BOCCA E POSTURA: legame(nto) cruciale

L’interconnessione tra la bocca e la postura del corpo è un ambito di studio fondamentale per comprendere pienamente il nostro benessere fisico.

Un allineamento scorretto dei denti, noto come malocclusione, può avere ripercussioni non solo sulla salute orale, ma anche sulla postura generale, influenzando il benessere complessivo dell’individuo.

La comprensione di come la bocca e la postura siano interconnesse, offre quindi preziose intuizioni per il trattamento e la prevenzione di una serie di disturbi e dolori.

Tabella dei Contenuti

L’apparato muscolo-scheletrico della bocca

Chiamato Apparato Stomatognatico, o sistema masticatorio, è un complesso sistema anatomico e funzionale che include la bocca (stoma) e le strutture adiacenti coinvolte nelle funzioni di masticazione (gnathos), parola, deglutizione e respirazione.

Questo sistema è costituito da diverse componenti che lavorano in armonia per svolgere queste funzioni vitali.

Disfunzioni in questo sistema possono portare a disturbi del sonno come l’apnea notturna, problemi di masticazione e deglutizione, dolore cronico, e altri disturbi della salute orale e generale.

In esso troviamo:

  1. Strutture Ossee:
  • mandibola e mascella: le principali ossa che formano lo scheletro del viso, essenziali per la masticazione e il supporto dei denti;
  • Articolazione Temporo-Mandibolare (ATM): un’articolazione complessa che collega la mandibola al cranio, permettendo movimenti di apertura, chiusura, protrusione, retrusione e movimenti laterali della bocca.
  1. Denti e Gengive:
  • denti: strutture calcificate incastonate nella mandibola e nella mascella, cruciali per la masticazione, l’aspetto estetico e la fonazione;
  • gengive: tessuto molle che circonda e supporta i denti, fondamentale per la salute orale.
  1. Muscoli:

L’Apparato Stomatognatico include vari muscoli che facilitano il movimento della mandibola, l’apertura e la chiusura della bocca, e la masticazione:

  • muscoli masticatori come il Massetere, il Temporale, e i Muscoli Pterigoidei, che giocano un ruolo primario nella masticazione;
  • muscoli della lingua e del pavimento orale essenziali per la deglutizione, la parola e il posizionamento del cibo durante la masticazione.
  1. Tessuti di Supporto:
  • legamenti e capsule articolari che forniscono supporto e stabilità all’ATM;
  • tessuto connettivo e miofasciale che supporta e connette i muscoli, ossa, e altri tessuti dell’apparato stomatognatico, facilitando il movimento coordinato e l’elasticità necessaria per le sue funzioni.
  1. Altre Strutture:
  • lingua, un organo muscolare mobile cruciale per la deglutizione, la pulizia dei denti e la produzione della parola;
  • salivazione: le ghiandole salivari producono saliva, che aiuta nella deglutizione, nella digestione, e mantiene l’umidità della bocca.

Relazione tra Bocca e Postura

La postura è la risposta del corpo alla forza di gravità: se essa è sbagliata, si instaura un’alterazione posturale cronica.

La posizione e l’allineamento dei denti (occlusione) giocano un ruolo cruciale nella postura generale del corpo.

Una malocclusione, o l’allineamento scorretto dei denti, può perturbare l’equilibrio di questa struttura osteomuscolare, influenzando la bocca e di conseguenza la postura del corpo.

Dalla Bocca alle Strutture Miofasciali Periferiche

Le strutture miofasciali sono una rete di tessuto connettivo che supporta e connette i muscoli, organi e altri tessuti del corpo. Partendo dalla bocca, queste strutture si estendono perifericamente influenzando la postura e il movimento del corpo.

La malocclusione può causare tensione o squilibri nelle catene miofasciali, portando a una postura disfunzionale. Questo squilibrio può propagarsi, causando compensazioni in altre parti del corpo, che a loro volta possono portare a dolori e disturbi.

L’ATM è l’articolazione che collega la mandibola (il mascellare inferiore) al cranio, precisamente all’osso temporale. Questa articolazione è unica nel suo genere per la sua complessità e per il tipo di movimenti che consente, inclusi quelli verticali (apertura e chiusura della bocca), antero-posteriori (protrusione e retrusione della mandibola) e laterali.

I disturbi dell’Articolazione Temporo-Mandibolare (ATM) possono avere un impatto significativo non solo sulla regione orofacciale, ma anche su diverse parti del corpo, attraverso quella che è chiamata “catena lesionale discendente“.

Essa rappresenta un percorso attraverso il quale le disfunzioni o le tensioni nell’ATM possono propagarsi verso il basso nel corpo, influenzando strutture lontane dall’articolazione stessa.

Ha inizio nella regione orofacciale: la disfunzione dell’ATM può manifestarsi con sintomi come dolore, limitazione del movimento, clic o crepitii articolari, sintomi che possono portare a cambiamenti compensatori nel modo in cui una persona mastica, parla o addirittura tiene la testa, iniziando così il processo di alterazione posturale.

Per compensare il disagio o il dolore nell’ATM, possono verificarsi modifiche nella postura della testa e del collo, portando a una tensione eccessiva sui muscoli del collo, in particolare lo sternocleidomastoideo e i muscoli scaleni, che può influenzare la postura delle spalle, portando a ulteriori squilibri muscolari e dolore.

 Le tensioni e gli squilibri nei muscoli del collo e delle spalle possono facilmente propagarsi lungo la colonna vertebrale, alterando la curvatura naturale della spina dorsale, come un aumento della lordosi cervicale o lombare o lo sviluppo di una cifosi toracica, contribuendo a dolore cronico e rigidità.

Le disfunzioni nella parte superiore del corpo possono alterare la meccanica e l’allineamento del bacino, influenzando la stabilità e la postura delle estremità inferiori, portando cambiamenti nel modo in cui una persona cammina o sta in piedi, aumentando il rischio di dolore e lesioni al bacino, alle ginocchia e ai piedi.

In sintesi, a causa delle complesse interazioni tra le varie parti del corpo, le risposte compensatorie alla disfunzione dell’ATM possono portare a un dolore diffuso, che può essere difficile da localizzare e trattare senza un’analisi olistica del paziente.

Il legame doloroso tra bocca e postura

I dolori posturali legati alla malocclusione sono molto comuni, ma molte persone soffrono di disturbi muscolo-scheletrici senza essere consapevoli del legame con la salute orale.

Questi dolori possono manifestarsi in varie forme, tra cui mal di testa, dolore cervicale, dolore alla schiena e persino dolore agli arti.

La natura di questi dolori è spesso cronica e può influenzare significativamente la qualità della vita.

Le cause dei dolori e disturbi posturali possono essere molteplici ma, come abbiamo visto, un fattore determinante è la malocclusione.

Questa può derivare da abitudini orali inappropriate, perdita precoce di denti, traumi o fattori genetici.

La correzione della malocclusione attraverso interventi odontoiatrici può portare a miglioramenti significativi nella postura e nella riduzione dei dolori posturali.

Per capire come i disordini cranio-mandibolari si ripercuotano sul corpo e la postura, lo gnatologo deve ricorrere alla kinesiologia, che offre test specifici di diagnosi.

L’approccio kinesiologico dello Studio Medico Pantani

Una diagnosi corretta dovrebbe sempre essere eseguita da un professionista sanitario che può valutare la storia del paziente, i sintomi e, se necessario, prescrivere esami diagnostici come risonanza magnetica per escludere altre cause del dolore.

Il primo passo invece per accertare una malocclusione è una accurata visita gnatologica-kinesiologica-posturale, una visita a 360° senza effetti collaterali.

Una volta identificato con certezza il problema, la soluzione è l’utilizzo di un RIP (Riposizionatore Posturale). Si tratta di uno speciale dispositivo intra-orale realizzato su misura per il paziente da posizionare tra le due arcate per un periodo di tempo variabile.

Il sollievo dal dolore è rapido e il miglioramento (fino alla completa risoluzione della patologia) dipende dal tempo e dai vari interventi di stabilizzazione decisi dallo gnatologo.

Scopri il Programma Postura Ok

Nasce dall’interazione tra 3 SCIENZE:

  • La POSTUROLOGIA permette di verificare quali catene muscolari sono alla base dei dolori del Paziente
  • L’ODONTOIATRIA e più specificatamente la GNATOLOGIA (una sua specializzazione) permette di trattare le malocclusioni che sono alla base dei disturbi del Paziente (70% dei casi nella statistica personale).
  • La KINESIOLOGIA ci dice qual è la causa o le cause delle alterazioni posturali alla base dei dolori e indica le correzioni da apportare per ripristinare una postura corretta.

 L’efficacia del Programma Postura OK è ben documentata dalle testimonianze che trovi su questo sito e sul nostro canale YouTube di centinaia di pazienti che, in quasi 40 anni, si sono affidati al nostro programma terapeutico per migliorare sensibilmente la qualità della loro vita e risolvere definitivamente i loro disturbi.

Esistono numerose ricerche scientifiche che dimostrano una correlazione tra benessere psico-fisico ed equilibrio dell’ingranaggio dentale e tra queste le linee guida presentate dal Ministero della Salute (vedi pubblicazione del 2017 sul link sottostante).

Cosa dicono i nostri pazienti del Programma Postura Ok?

Testimonianze Video

Guarda le nostre testimonianze video e scopri come i nostri pazienti hanno risolto i loro problemi.

Condividi questo approfondimento

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email

Interessato?

Prenota un appuntamento

Seguici sui nostri Social

Postura OK
×