Dolori da Covid, Long Covid e Vaccinazioni: una diagnosi differenziale

Nel contesto della pandemia globale di COVID-19, capire i vari sintomi e gli effetti collaterali associati al virus e ai suoi vaccini è diventato fondamentale.

Viene soprattutto monitorato è il cosiddetto “Long Covid”, ovvero la sindrome post-Covid che si riferisce a un insieme di sintomi che persistono per un periodo prolungato dopo la guarigione dall’infezione acuta di questa malattia.

Questa condizione può interessare sia persone che hanno avuto una forma lieve della malattia, sia quelle che hanno avuto casi più gravi.

I sintomi possono anche variare notevolmente da persona a persona, interessando diversi apparati del corpo.

 

Tabella dei Contenuti

I Sintomi da Sindrome Post-Acuta da COVID-19 (PASC) alias Long Covid

I sintomi da Long COVID possono essere vari, tra cui:

  • Affaticamento: sensazione di una stanchezza estrema che non migliora con il riposo e che può essere debilitante;
  • Problemi Respiratori: difficoltà respiratorie, tosse persistente e sensazione di mancanza di fiato;
  • Sintomi Cardiaci: palpitazioni o dolore toracico;
  • Problemi Gastrointestinali: diarrea, dolore addominale e perdita di appetito;
  • Alterazioni dell’Umore: ansia, depressione e cambiamenti dell’umore;
  • Sintomi Cutanei: eruzioni cutanee e perdita di capelli.

I più importanti sintomi risultano:

  • Sintomi Neurologici: problemi di concentrazione e memoria, spesso descritti come “nebbia cerebrale”;
  • Dolore: dolore muscolare o articolare che persiste dopo la guarigione dall’infezione acuta.

Long Covid e dolore

I sintomi dolorosi, comunemente segnalati, includono:

  • Dolori muscolari e corporei: molti pazienti riferiscono di provare dolore muscolare diffuso, simile a quello che si potrebbe provare con l’influenza. Si tratta di dolori muscolari (mialgia) e articolari (artralgia) che possono variare da lievi a severi. Questo dolore è spesso descritto come un dolore profondo e persistente che colpisce varie parti del corpo e possono limitare la mobilità e influenzare la qualità della vita.
  • Mal di testa: sintomo frequente variabile da lieve a grave, viene spesso descritto come una sensazione persistente e pressante.
  • Dolore al petto: il dolore toracico è un altro sintomo frequente. Può essere dovuto a diverse cause, come l’infiammazione dei muscoli e delle articolazioni del torace o a complicazioni polmonari post-virali. Infatti, nei casi più gravi, il COVID-19 può portare a polmonite o altre complicazioni respiratorie, provocando dolore o fastidio al petto, specialmente durante la respirazione o la tosse.
  • Cefalea cronica: molti pazienti continuano a sperimentare mal di testa persistenti o ricorrenti, che possono avere caratteristiche simili alle cefalee tensionali o alle emicranie.
  • Neuralgia: alcuni pazienti sviluppano un dolore neuropatico, sensazione dolorosa che deriva da danni ai nervi e che può manifestarsi come formicolio, bruciore o dolore lancinante in varie parti del corpo.

Dolore associato ai “vaccini” contro il virus SARS-CoV-2

La campagna di vaccinazione per il COVID-19 ha interessato una platea planetaria, con lo scopo di frenare lo sviluppo della pandemia.

Sebbene il mondo scientifico lo consideri generalmente sicuro ed efficace, in certi casi il vaccino ha provocato alcuni effetti collaterali, di solito di breve durata, ma in alcuni casi persistenti o emersi dopo un certo periodo di tempo.

La natura di questi effetti collaterali è prevalentemente algica, ovvero si tratta di diverse manifestazioni di dolore.

I più comuni dolori di carattere temporaneo sono stati:

  1. dolore nel punto di iniezione: si tratta di un dolore lieve o moderato nel punto in cui viene somministrato il vaccino, spesso accompagnato da rossore o gonfiore che si risolve entro pochi giorni;
  2. dolori muscolari e affaticamento: alcune persone hanno riferito dolori muscolari generalizzati o affaticamento dopo la vaccinazione, simili ai sintomi influenzali;
  3. mal di testa e febbre: si verificano temporaneamente come parte della risposta immunitaria del corpo a un qualsiasi vaccino.

Tra quelli di carattere persistente riferiti ci sono:

  1. Dolore nel punto di iniezione: alcuni riportano un dolore prolungato che dura diversi giorni o addirittura settimane nel punto in cui è stato somministrato il vaccino;
  2. Sindrome da Dolore Regionale Complesso (CRPS): una condizione rara che causa dolore prolungato, di solito a un braccio o una gamba, e che può svilupparsi dopo una vaccinazione;
  3. Dolore alla spalla: lo SIRVA – Shoulder Injury Related to Vaccine Administration (Lesione alla spalla relativa alla somministrazione del vaccino), è una condizione rara che può verificarsi quando il vaccino viene iniettato troppo in alto nel braccio, causando dolore e limitazione del movimento della spalla;
  4. Mialgia prolungata o cronica: si tratta di dolori muscolo-scheletrici che durano più a lungo del classico periodo tipico post-vaccinazione;
  5. Dolore neurologico: alcuni individui hanno riferito di aver sperimentato dolore ai nervi o nevralgia oltre il classico periodo tipico post-vaccinazione;
  6. Linfadenopatia (linfonodi gonfi): alcune persone hanno sperimentato gonfiore e sensibilità nei linfonodi, tipicamente nel braccio in cui è stata somministrata la vaccinazione o nelle aree del collo e delle ascelle, segno della risposta del sistema immunitario;
  7. Miocardite e pericardite: caso di miocardite (infiammazione del muscolo cardiaco) e pericardite (infiammazione del rivestimento esterno del cuore) sono stati segnalati dopo la vaccinazione, soprattutto in adolescenti e giovani adulti. Questi casi sono generalmente lievi e rispondono bene al trattamento, ma richiedono attenzione medica.

Covid e Sistema Immunitario

La ricerca sul COVID-19 e i suoi effetti a lungo termine sul sistema immunitario è ancora in corso. Gli scienziati stanno continuando a studiare come il virus influenzi il corpo durante e dopo l’infezione, così come sono ancora monitorati gli effetti su lungo periodo della somministrazione vaccinale.

L’infezione da COVID-19, trattandosi di una forte condizione patologica (almeno nelle sue prime fasi), può avere un impatto sul sistema immunitario e, in alcuni casi, può portare a un aumento della suscettibilità ad altre malattie. In alcuni casi gravi, il virus potrebbe causare una risposta immunitaria eccessiva nota come “tempesta di citochine”, che danneggia i tessuti e compromette la funzione immunitaria.

In altri casi, in pazienti in cura con farmaci immunosoppressori o chemioterapici, la risposta ai vaccini potrebbe risultare diversa da quella sperata.

Dolore associato ai “vaccini” contro il virus SARS-CoV-2

Presso lo Studio Medico Pantani, dove il Dr. Massimo Silvio Pantani con la collaborazione del Dr. Marco Pantani, specializzati in odontoiatria, gnatologia, kinesiologia e terapie algiche, è possibile effettuare una visita kinesiologica–posturale-gnatologica, che grazie a  specifici test (assolutamente privi di effetti collaterali ) è in grado di valutare a 360° le condizioni muscolo-scheletriche dei pazienti, che riferiscono dolori intensi o patologie croniche, causate da una problematica gnatologica, e che possono essere risolte.

Grazie al Programma Terapeutico  PosturaOK, messo a punto in circa 40  anni di studio, il Dr. Massimo Silvio Pantani, effettuerà, dopo una accurata visita, una diagnosi differenziale.

Una volta testato che i dolori non dipendono da Long Covid o da una risposta vaccinale, in questo caso il paziente non è di competenza dello studio Pantani ma di eventuali  infettivologi, virologi o reumatologi , ma da una compromissione posturale (generalmente dipendente da malocclusione), è possibile applicare un apposito riposizionatore posturale, chiamato RIP, in grado di correggere la malocclusione e di conseguenza risolvere la sofferenza algica.

Il sollievo dal dolore è rapido e il miglioramento (fino alla completa risoluzione della patologia) dipende dal tempo e dai vari interventi di stabilizzazione decisi dallo gnatologo.

Con questo nuovo approccio diagnostico e terapeutico, molti pazienti affetti da nevralgia e fibromialgia croniche, possono ritrovare il benessere e la serenità, finalmente liberi dal dolore.

Sul sito dello Studio Pantani a questo indirizzo: https://www.posturaok.it/testimonianze/ è possibile ascoltare brevi video-testimonianze di pazienti che hanno risolto diverse patologie, dalle nevralgie del trigemino alla fibromialgia, dalla tosse o apnea notturna a vertigini e cefalee, semplicemente seguendo il Programma Postura OK.

Scopri il Programma Postura Ok

Nasce dall’interazione tra 3 SCIENZE:

  • La POSTUROLOGIA permette di verificare quali catene muscolari sono alla base dei dolori del Paziente
  • L’ODONTOIATRIA e più specificatamente la GNATOLOGIA (una sua specializzazione) permette di trattare le malocclusioni che sono alla base dei disturbi del Paziente (70% dei casi nella statistica personale).
  • La KINESIOLOGIA ci dice qual è la causa o le cause delle alterazioni posturali alla base dei dolori e indica le correzioni da apportare per ripristinare una postura corretta.

 L’efficacia del Programma Postura OK è ben documentata dalle testimonianze che trovi su questo sito e sul nostro canale YouTube di centinaia di pazienti che, in quasi 40 anni, si sono affidati al nostro programma terapeutico per migliorare sensibilmente la qualità della loro vita e risolvere definitivamente i loro disturbi.

Esistono numerose ricerche scientifiche che dimostrano una correlazione tra benessere psico-fisico ed equilibrio dell’ingranaggio dentale e tra queste le linee guida presentate dal Ministero della Salute (vedi pubblicazione del 2017 sul link sottostante).

Cosa dicono i nostri pazienti del Programma Postura Ok?

Testimonianze Video

Guarda le nostre testimonianze video e scopri come i nostri pazienti hanno risolto i loro problemi.

Condividi questo approfondimento

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email

Interessato?

Prenota un appuntamento

Seguici sui nostri Social

Postura OK
×