Mal di denti o Nevralgia del Trigemino?

Il dolore oro-facciale può avere molteplici cause, e distinguere tra Nevralgia del Trigemino e Mal di denti è fondamentale per un trattamento efficace.

Ma le condizioni in cui si manifestano sono diverse, così come la loro diagnosi e la cura.

Tabella dei Contenuti

Nevralgia del Trigemino (TN)

La TN (detta anche tic douloureux o malattia del suicidio per la sua intensità e invasività) è un disturbo del Nervo Trigemino, responsabile della trasmissione delle sensazioni tattili, del dolore, della temperatura e delle sensazioni propriocettive dal viso al cervello.

E’ caratterizzata da un dolore lancinante e fulmineo, simile a una scossa elettrica.

Il Nervo Trigemino è una delle dodici coppie di nervi craniali che hanno origine alla base del cervello.

Il nervo ha 3 branche che trasmettono gli stimoli sensoriali dalla parte inferiore, mediana e superiore del volto, così come dalla cavità orale, al cervello:

  • nervo oftalmico, ossia la branca superiore, che trasporta le sensazioni al cuoio capelluto, alla fronte e alla parte anteriore della testa;
  • nervo mascellare, ossia la branca di mezzo, che attraversa la guancia, la parte superiore della mascella, il labbro superiore, i denti, le gengive e il lato del naso;
  • nervo mandibolare, che attraversa la parte inferiore della mascella, i denti, le gengive e il labbro inferiore.

 

In base alla branca interessata dal disturbo il paziente avvertirà il dolore in una zona diversa (purtroppo potrebbe essere interessata più di una branca contemporaneamente).

La causa è la compressione del nervo da parte di vasi sanguigni, di diversa origine.

Nevralgia del Trigemino (TN)

E’ una sensazione dolorosa che si verifica nei denti o nelle strutture circostanti.

Può variare da lieve a grave e può essere costante o intermittente.

Le cause principali del mal di denti includono:

  • Carie dentale: è la causa più comune di mal di denti e si verifica quando i batteri nella bocca producono acidi che erodono lo smalto del dente, creando cavità.
  • Infezioni dentali o ascessi: un’infezione ai denti o alle gengive può portare alla formazione di ascessi, che sono raccolte di pus; questi causano un dolore intenso e pulsante.
  • Problemi al setto parodontale: le malattie gengivali possono infiammare e danneggiare i tessuti che sostengono i denti, causando dolore.
  • Traumi ai denti: fratture, crepe o traumi ai denti possono causare dolore, specialmente quando vengono esposti i nervi del dente.
  • Bruxismo: la macinazione o il serramento dei denti, spesso inconscio, può causare dolore e sensibilità.
  • Ritrazione delle gengive: il recesso gengivale, che espone le radici dei denti, può aumentare la sensibilità e causare dolore.
  • Un dente devitalizzato, rotto o compromesso

Il dolore ai denti può essere accompagnato da altri sintomi come gonfiore, sensibilità al caldo o al freddo e dolore durante la masticazione.

Come distinguerle?

Il ruolo del dentista è fondamentale nel distinguere le due condizioni: spesso, i pazienti si presentano accusando mal di denti, quando in realtà soffrono di TN.

Le due patologie si presentano però con caratteristiche differenti:

  • Natura del dolore: la TN è nota per le sue fitte acute e brevi, mentre il mal di denti di solito provoca un dolore costante o pulsante;
  • Localizzazione: il dolore da TN può diffondersi lungo le tre branche del nervo, il mal di denti è generalmente localizzato in un’area specifica;
  • Trigger: la TN può essere scatenata da attività quotidiane come parlare, masticare o persino una brezza leggera, cosa che non accade tipicamente con il mal di denti.
  • Causa: la TN è di origine neurologica, mentre il mal di denti è prevalentemente di origine dentale o gengivale.
  • Ricorrenza: pazienti possono sperimentare episodi di dolore che si ripetono per giorni, settimane o anche mesi prima di un periodo di remissione, mentre la remissione del dolore ai denti dipende dalla risoluzione del problema che ho ha scatenato (otturazioni, estrazioni, trattamenti canalari).

Come distinguerle?

La diagnosi si basa su esami clinici, storia del dolore, e talvolta imaging radiologico per escludere problemi dentali e diventa fondamentale per il dentista per scegliere l’approccio terapeutico ottimale.

I trattamenti per la TN sono più focalizzati sulla gestione del dolore neurologico e sulla decompressione del nervo, mentre i trattamenti per il mal di denti si concentrano sulla risoluzione dei problemi dentali e gengivali.

Il processo di diagnosi prevede:

1. Anamnesi e Valutazione dei Sintomi

  • Storia del dolore: il dentista raccoglie informazioni dettagliate sulla natura, durata e frequenza del dolore, oltre ai possibili fattori scatenanti. Appura la tipologia di dolore riferito dal paziente.

2. Esame Clinico

  • Esame dei denti e delle gengive: il dentista esamina i denti e le gengive per segni di carie, infezioni o altri problemi dentali che potrebbero causare dolore.
  • Test di sensibilità: si effettuano test di sensibilità al freddo, al caldo e alla pressione per identificare possibili denti problematici.

3. Imaging Radiologico

  • Radiografie: le radiografie possono aiutare a identificare problemi nascosti come carie sotto le otturazioni, infezioni alla radice del dente o problemi ossei.

Se le radiografie e l’esame clinico non rivelano problemi dentali, il dentista può sospettare la Nevralgia del Trigemino.

Anche la valutazione della risposta al trattamento applicato dà un segnale sulla presenza o meno della NT.

I pazienti con TN spesso rispondono bene a specifici farmaci anticonvulsivanti, il che può aiutare nella diagnosi.

I pazienti che dopo trattamenti dentistici di problemi evidenti non migliorano il dolore, ciò può suggerire un’origine non dentale del dolore.

Può essere utile un approccio multidisciplinare che coinvolga dentisti, neurologi e altri specialisti del dolore.

Le terapie tradizionali

Terapie la Nevralgia del Trigemino

Farmacoterapia:

Anticonvulsivanti – Antispastici – Antidepressivi triciclici per gestire il dolore cronico

Terapie invasive e chirurgiche:

Rizotomia con radiofrequenza (distruzione parte delle fibre nervose) – Decompressione microvascolare (allontanare i vasi sanguigni che comprimono il nervo) – Stimolazione del vervo (impianto di dispositivi per inviare impulsi elettrici al nervo)

Terapie Non Farmacologiche:

Biofeedback e Tecniche di Rilassamento (per aiutare a gestire il dolore e lo stress associato).

Terapie per il Mal di Denti

Trattamenti Conservativi:

  • Otturazioni per carie dentali
  • Pulizia dentale profonda per problemi gengivali o parodontali
  • Corone o capsule per ripristinare denti danneggiati.

Trattamenti Endodontici:

  • Trattamento Canalare con rimozione del tessuto infetto o danneggiato all’interno del dente, seguito dal riempimento e sigillatura del canale radicolare.

Antibiotici e Antinfiammatori:

  • Antibiotici in caso di infezione
  • Farmaci Antinfiammatori Non Steroidei (FANS) per ridurre dolore e infiammazione.

Estrazione del Dente:

  • Estrazione nei casi in cui il dente sia troppo danneggiato per essere riparato.

Approccio Integrato

  • Gestione del dolore: entrambe le condizioni possono richiedere strategie per la gestione del dolore, come terapie fisiche o consulenze per il dolore cronico.
  • Monitoraggio e Follow-up: è importante un monitoraggio regolare da parte del professionista sanitario per valutare l’efficacia del trattamento e apportare eventuali modifiche.

Le terapie innovative per la TN: Programma Postura OK

I Dottori Massimo Silvio Pantani e Marco Pantani, specializzati in odontoiatria, gnatologia, kinesiologica e terapie algiche, effettuano – presso lo Studio Medico Pantani a Carrara – una particolare visita kinesiologico-posturale-gnatologica, che prevede specifici test (assolutamente privi di effetti collaterali!), in grado di valutare a 360° le condizioni muscolo-scheletriche dei pazienti che riferiscono dolori intensi o patologie croniche, causate da una problematica gnatologica, e che possono essere risolte.

Grazie al Programma Terapeutico PosturaOK, messo a punto in circa 40 anni di studio, il Dr.Massimo Silvio Pantani, effettuerà, dopo l’accurata visita, una diagnosi differenziale.

Eventualmente, una volta testata la vera natura dei dolori trigeminali (spesso dipendenti da malocclusione dentale), applicheranno un apposito Riposizionatore Posturale, chiamato RIP, in grado di correggere eventuali malocclusioni e di conseguenza risolvere la sofferenza algica.

Il sollievo dal dolore è rapido e il miglioramento (fino alla completa risoluzione della patologia) dipende dal tempo o dai vari interventi di stabilizzazione decisi dallo gnatologo.

Con questo nuovo approccio diagnostico e terapeutico, molti pazienti affetti da nevralgia e fibromialgia croniche, possono ritrovare il benessere e la serenità, finalmente liberi dal dolore.

Testimonianze di guarigione

Sul sito web dello Studio Pantani a questo indirizzo: https://www.posturaok.it/testimonianze/ è possibile ascoltare brevi video-testimonianze di pazienti che hanno risolto diverse patologie, Nevralgie del Trigemino o fibromialgia, lombalgie o cervicalgie, tosse o apnee notturne, vertigini e cefalee, semplicemente seguendo il Programma Postura OK.

Scopri il Programma Postura Ok

Nasce dall’interazione tra 3 SCIENZE:

  • La POSTUROLOGIA permette di verificare quali catene muscolari sono alla base dei dolori del Paziente
  • L’ODONTOIATRIA e più specificatamente la GNATOLOGIA (una sua specializzazione) permette di trattare le malocclusioni che sono alla base dei disturbi del Paziente (70% dei casi nella statistica personale).
  • La KINESIOLOGIA ci dice qual è la causa o le cause delle alterazioni posturali alla base dei dolori e indica le correzioni da apportare per ripristinare una postura corretta.

 L’efficacia del Programma Postura OK è ben documentata dalle testimonianze che trovi su questo sito e sul nostro canale YouTube di centinaia di pazienti che, in quasi 40 anni, si sono affidati al nostro programma terapeutico per migliorare sensibilmente la qualità della loro vita e risolvere definitivamente i loro disturbi.

Esistono numerose ricerche scientifiche che dimostrano una correlazione tra benessere psico-fisico ed equilibrio dell’ingranaggio dentale e tra queste le linee guida presentate dal Ministero della Salute (vedi pubblicazione del 2017 sul link sottostante).

Cosa dicono i nostri pazienti del Programma Postura Ok?

Testimonianze Video

Guarda le nostre testimonianze video e scopri come i nostri pazienti hanno risolto i loro problemi.

Condividi questo approfondimento

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email

Interessato?

Prenota un appuntamento

Seguici sui nostri Social

Postura OK
×