MORSO PROFONDO: cause e impatto sulla salute generale

Il morso profondo (detto anche overbite o deep bite) si colloca tra quelle condizioni odontoiatriche che, nonostante una prevalenza notevole, spesso non ottengono il giusto grado di attenzione fino a che non emergono complicazioni serie.

Il morso profondo è una malocclusione dentale caratterizzata dai denti incisivi dell’arcata superiore che coprono in modo eccessivo i denti dell’arcata inferiore.

Il termine overbite si riferisce alla normale sovrapposizione dei denti superiori di circa 1/3 della loro lunghezza. Oltre questa proporzione, si parla di deep bite, dove la sovrapposizione verticale è estremamente pronunciata.

L’incidenza del morso profondo varia significativamente in base a fattori geografici, etnici e all’età della popolazione esaminata, e si attesta tra il 5% e il 20%.

Queste cifre possono differire in base agli specifici criteri diagnostici utilizzati, ad esempio, se consideriamo il morso profondo in termini di sovrapposizione verticale dei denti anteriori oppure se valutiamo l’angolazione e la posizione dei denti nel contesto dell’intera arcata dentale.

I bambini e gli adolescenti sono spesso i più colpiti, poiché il morso profondo può essere correlato sia a fattori di crescita che ad abitudini sviluppate durante l’infanzia.

Se trascurata, oltre ad un difetto estetico, tale condizione può provocare disturbi anche sulla postura.

Tabella dei Contenuti

Perché utilizzare un Apparecchio Dentale

Le cause del morso profondo possono essere suddivise in 2 categorie principali: fattori genetici/ereditari e abitudini o comportamenti acquisiti.

Fattori genetici/ereditari = la struttura ossea del viso, la dimensione e la forma delle mascelle, così come la disposizione dei denti, sono in larga parte determinate dalla genetica.

Se uno o entrambi i genitori hanno un morso profondo o altre malocclusioni, i loro figli potrebbero ereditare tali tendenze. Questi fattori ereditari possono influenzare la probabilità di sviluppare un morso profondo, anche se le abitudini individuali e le condizioni di salute possono modificare tali tendenze genetiche.

Possono esserci diversi fattori dovuti alla crescita come:

  • la discrepanza nella crescita delle mascelle, dove la mascella superiore cresce troppo rispetto a quella inferiore o viceversa, può portare a un morso profondo.
  • una ridotta altezza facciale inferiore (che comporta labbra prominenti);
  • un’insufficiente eruzione dei denti posteriori;
  • l’eccessiva eruzione dei denti anteriori;
  • una anomalia nello scheletro può influenzare un regolare sviluppo delle arcate dentali
  • perdita precoce dei denti da latte (a causa di carie o trauma può portare a un morso profondo, perché quando un dente da latte viene perso prematuramente, i denti adiacenti possono spostarsi o inclinarsi verso lo spazio vuoto, alterando l’allineamento corretto e influenzando la posizione dei denti permanenti quando erompono).

Abitudini Infantili = tra i comportamenti errati più comuni che possono causare un morso profondo ci sono:

l’uso del ciuccio o del biberon oltre i 3 anni (può esercitare una pressione eccessiva sui denti e sulle mascelle influenzando la loro crescita)

– il succhiamento del pollice dopo i 2 anni

masticamento di penne e oggetti etc.

respirazione orale (i bambini che respirano prevalentemente dalla bocca, spesso a causa di allergie o adenoidi ingrossate, possono sviluppare una malocclusione a causa della posizione alterata della lingua e della mandibola)

–  tongue thrusting o spinta linguale (abitudine che porta a spingere la lingua contro i denti anteriori quando si deglutisce o si parla e che può alterare l’allineamento dentale e contribuire allo sviluppo di un morso profondo).

Tipologie di apparecchi dentali

Dal punto di vista estetico, un morso profondo compromette la disarmonia della bocca e del volto, il rapporto naso-mento risulta accorciato e il sorriso diventa marcatamente gengivale.

Può quindi influenzare la percezione del proprio sorriso e dell’armonia del volto, comportando problemi di autostima.

Sul fronte funzionale, può compromettere l’efficienza masticatoria, con possibili ripercussioni sulla digestione e sulla salute generale.

Dal punto di vista estetico, un morso profondo compromette la disarmonia della bocca e del volto, il rapporto naso-mento risulta accorciato e il sorriso diventa marcatamente gengivale.

Può quindi influenzare la percezione del proprio sorriso e dell’armonia del volto, comportando problemi di autostima.

Sul fronte funzionale, può compromettere l’efficienza masticatoria, con possibili ripercussioni sulla digestione e sulla salute generale.

La relazione tra la malocclusione e la postura del corpo è complessa e multifattoriale.

Coinvolge il sistema muscolo-scheletrico in un’interazione continua tra la testa, il collo, la colonna vertebrale e il bacino.

Recenti studi odontoiatrici e ortodontici hanno evidenziato come un morso profondo possa influenzare non solo la salute orale, ma anche la postura del corpo.

Un morso profondo altera, infatti, l’equilibrio e l’allineamento del corpo, scompenso che può propagarsi lungo la colonna vertebrale, portando a compensazioni posturali che possono influenzare la schiena, le spalle e persino il bacino.

Per compensare un morso profondo, il corpo adotta infatti posture innaturali per cercare di mantenere un allineamento ottimale degli occhi all’orizzonte (una pratica istintiva per gli esseri umani).

Questo può tradursi in una serie di problemi come:

  • Antepulsione della testa: la testa può sporgere in avanti rispetto al resto del corpo, causando tensione e stress sui muscoli del collo e delle spalle;
  • Alterazioni della curvatura cervicale: per mantenere la testa bilanciata, la curva naturale del collo può diventare più accentuata o appiattita, a seconda della compensazione individuale;
  • Disfunzioni della colonna vertebrale: le compensazioni a lungo termine possono influenzare la curvatura naturale della colonna vertebrale, portando a lordosi, cifosi o scoliosi.

Può soprattutto può creare una Disfunzione all’Apparato Temporo-Mandibolare (ATM).

Disfunzione dell’ATM

L’Articolazione Temporo-Mandibolare connette la mandibola al cranio, e una malocclusione può influenzarne direttamente la funzione.

Il morso profondo può portare a un uso improprio o eccessivo di determinati muscoli masticatori, causando stress e tensione sull’ATM che può generare dolore, blocco dell’articolazione, difficoltà nel masticare o aprire completamente la bocca.

Altri effetti derivati dal morso profondo

  • Respirazione e ossigenazione: un morso profondo può influenzare la posizione della lingua e, di conseguenza, la via aerea superiore, compromettendo una corretta respirazione nasale e influenzando l’ossigenazione;
  • Equilibrio e stabilità: le compensazioni posturali legate a un morso profondo possono influire sull’equilibrio e sulla stabilità del corpo, poiché il sistema muscolo-scheletrico cerca di mantenere l’equilibrio in risposta alle modifiche dell’allineamento della testa e del collo;
  • Usura dei denti: la posizione alterata dei denti può causare un’usura anormale, con conseguenti sensibilità e danni ai denti.
  • Incremento dello stress e della fatica: mantenere posture compensatorie richiede più energia e può aumentare lo stress sul corpo.

Trattamento e Prevenzione

Il trattamento di un morso profondo può migliorare non solo l’allineamento dei denti ma anche ridurre o eliminare le compensazioni posturali.

In molti casi, può essere utile un approccio multidisciplinare che includa l’ortodonzia, la gnatologia e la kinesiologia.

L’approccio kinesiologico dello Studio Medico Pantani

Presso lo Studio Medico dentistico  Pantani è possibile eseguire il test occluso-kinesi-posturale, privo di effetti collaterali, che permette di diagnosticare l’origine e/o le disfunzioni causate da malocclusione dentale.

Vista la complessità del tema, diventa importante una corretta valutazione diagnostica, basa su anamnesi e esame obiettivo del paziente.

Mai come in questi casi, diventa importante scegliere un approccio kinesiologico, come metodo diagnostico più efficace rispetto alla classica diagnostica con Raggi X, TAC, Risonanza Magnetica, Ecografia, Scintigrafia, etc., perché l’unico in grado di evidenziare la presenza di una alterata funziona muscolare.

La terapia prevede uno speciale dispositivo intraorale  personalizzato detto RIP (Riposizionatore Posturale) che riuscirà a ristabilire il corretto movimento della mandibola.

Scopri il Programma Postura Ok

Nasce dall’interazione tra 3 SCIENZE:

  • La POSTUROLOGIA permette di verificare quali catene muscolari sono alla base dei dolori del Paziente
  • L’ODONTOIATRIA e più specificatamente la GNATOLOGIA (una sua specializzazione) permette di trattare le malocclusioni che sono alla base dei disturbi del Paziente (70% dei casi nella statistica personale).
  • La KINESIOLOGIA ci dice qual è la causa o le cause delle alterazioni posturali alla base dei dolori e indica le correzioni da apportare per ripristinare una postura corretta.

 L’efficacia del Programma Postura OK è ben documentata dalle testimonianze che trovi su questo sito e sul nostro canale YouTube di centinaia di pazienti che, in quasi 40 anni, si sono affidati al nostro programma terapeutico per migliorare sensibilmente la qualità della loro vita e risolvere definitivamente i loro disturbi.

Esistono numerose ricerche scientifiche che dimostrano una correlazione tra benessere psico-fisico ed equilibrio dell’ingranaggio dentale e tra queste le linee guida presentate dal Ministero della Salute (vedi pubblicazione del 2017 sul link sottostante).

Cosa dicono i nostri pazienti del Programma Postura Ok?

Testimonianze Video

Guarda le nostre testimonianze video e scopri come i nostri pazienti hanno risolto i loro problemi.

Condividi questo approfondimento

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email

Interessato?

Prenota un appuntamento

Seguici sui nostri Social

Postura OK
×